Turismo in Spagna Visitare Barcellona, una guida per visitare e scoprire Barcellona, Spagna.

Bandiera Spagna

   

Antoni Gaudì

Antoni Gaudì (Reus, provincia di Tarragona, Catalogna, 25 giugno 1852 - Barcellona, Catalogna, 10 giugno 1926), fu un famoso architetto catalano, massimo esponente della architettura modernista catalana, famoso soprattutto per il suo stile d'avanguardia.

Gaudì, cresciuto in una famiglia di artigiani, si diplomò nel 1878 alla Scuola Superiore di Architettura di Barcellona, ma già prima di diplomarsi riuscì a lavorare con i migliori architetti del tempo.

Nello stesso anno a Parigi durante l'Esposizione Universale avvenne l'incontro fondamentale per Gaudì quello con l'industriale Eusebi Guell y Bacigalupi, che sarà il suo principale mecenate commissionandogli alcune delle sue più famose opere.

Nel 1884 ottiene la direzione dei lavori della basilica della Sagrada Familia, una costruzione che assorbirà le sue energie fino al giorno della sua morte e che non riuscirà completare. Trascorse gli ultimi anni della sua vita nel cantiere della Sagrada Familia in una solitudine quasi da eremita.

Il 7 giugno del 1926 fu investito da un tram. Il suo miserevole aspetto ingannò i soccorritori, i quali lo credettero un povero vagabondo e lo trasportarono all'ospedale della Santa Croce, un ospizio per i mendicanti fondato dai ricchi borghesi della Catalogna.

Il suo corpo fu riconosciuto soltanto il giorno successivo dal cappellano della Sagrada Familia, e morì il 10 giugno.

Nonostante questa fine quasi miserabile, al suo funerale parteciparono migliaia di persone. I Barcellonesi lo definirono dal quel momento l'architetto di Dio.

Gaudì fu sepolto nella cripta della Sagrada Familia.

Le opere di Antoni Gaudì

Quasi tutta l'opera del maestro è legata a Barcellona, la sola città spagnola in cui, a cavallo tra XIX e XX secolo, ci sia un principio di sviluppo industriale, padre di quel modernismo di cui Gaudì si rivelerà essere il principale esponente in patria.

La sua carriera di architetto è caratterizzata dall'elaborazione di forme straordinarie e imprevedibili, realizzate utilizzando i più diversi materiali (mattone, pietra, ceramica, vetro, ferro), da cui sa trarre le massime possibilità espressive.

Tra le sue opere più importanti si ricordano:

  • Pabellones Guell (1883, Barcellona)
  • Sagrada Familia (1884-1926, Barcellona)
  • Casa Milà (detta La Pedrera) (1905-1907, Barcellona)
  • Il Capriccio (Comillas, Santander)
  • Parco Guell (1900-1914, Barcellona)
  • Casa Vicens (1878-1880)
  • Palazzo Guell (1885-1889, Barcellona)
  • Collegio di Santa Maria de Jesus (1889-1894)
  • Casa Calvet (1899-1904, Barcellona)
  • Bellesguard (1900, Barcellona)
  • Casa Batllò (1905-1907, Barcellona)
  • Palazzo vescovile di Astorga
  • Casa de Botine

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /home/europada/public_html/application/library/Php/xmlrpc.inc on line 583