Turismo in Spagna Visitare Barcellona, una guida per visitare e scoprire Barcellona, Spagna.

Bandiera Spagna

   

Parco Guell

Il Parco Guell è una delle realizzazioni dell'architetto Antoni Gaudì a Barcellona che appaiono nell'elenco del patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Il periodo della sua realizzazione di Parco Guell va dal 1900 al 1914.

Il parco doveva essere all'origine come le città-giardino inglesi che il suo mecenate, Eusebi Guell , gli aveva chiesto di costruire su una collina (El Carmel) a nord della città; infatti il nome iniziale doveva essere Park Guell e non Parque Guell .

Il progetto iniziale di Gaudì prevedeva alloggi, studi, una cappella ed un parco, in tutto 63 case ma, il costo aumentò in tali proporzioni che solo due case ed il parco furono completati.

In una delle due abitazioni già edificate, si trasferì lo stesso Gaudì con il padre e la figlia della sorella e ci rimase fino al trasferimento definitivo nel cantiere della Sagrada Familia.

Il parco diventò di proprietà della città di Barcellona nel 1927 e da allora è uno dei luoghi più frequentati della città, sia dai turisti che dai barcellonesi stessi.

Gaudì ha cercato di conservare il rilievo naturale, lasciando libero sfogo alla sua immaginazione, ha generato un'opera originale dal profilo sinuoso.

Ha fatto impiego di variopinte ceramiche di recupero o pezzi di vetro per decorare come mosaici colorati, le sue sculture in calcestruzzo che, rappresentano tutto un universo di animali fantastici, rifacendosi in maniera chiara al concetto del pittoresco.

Fedele al suo stile, ha creato un'opera che si integra nella natura e che la riproduce, ad esempio, la passeggiata coperta con le colonne che, hanno le forme dei tronchi degli alberi o delle stalattiti, fontane ed arcate artificiali di roccia.

In cima alla scala principale con la fontana a forma di salamandra, simbolo dell'alchimia e del fuoco, si trova la sala ipostila, realizzata come un tempio classico greco.

Questa sala, chiamata anche sala delle 100 colonne, benchè soltanto 85 siano state completate, si situa sotto la piazza centrale del parco.

La piazza è delimitata da un sedile ondulato come un serpente di 150 m di lunghezza.

Su questo panchina straordinaria, seduti in curva, si è al riparo e si vedono i propri vicini, in uno spazio intimo, pur avendo la vista sul resto della panchina.

Nelle altre zone del parco crea spazi altrettanto fantastici, dove ponti in cemento armato sembrano strutture ottenute dalla scultura della roccia, dissumulando così l'incredibile sforzo architettonico.

Il parco è visitabile tutto l'anno e rappresenta una delle mete obbligate per coloro che decidano di visitare il capoluogo catalano.


Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /home/europada/public_html/application/library/Php/xmlrpc.inc on line 583