Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /home/europada/public_html/application/library/Php/xmlrpc.inc on line 583
Pico della Teide
Turismo in Spagna Visitare Spagna, una guida alle città da visitare e al turismo in Spagna

Pico della Teide

L’imponente vulcano si trova a Tenerife, isola principale dell’arcipelago delle Isole Canarie, e rappresenta uno spartiacque tra la zona settentrionale, tropicale, e quella meridionale dell’isola, dal clima arido-desertico.

A creare le condizioni ambientali e climatiche di questo posto davvero unico sono proprio i venti Alisei: arrivano da Nord-Est e si arricchiscono di umidità per il passaggio sull'Atlantico.

L'aria sale rapidamente lungo i pendii della montagna e tra i 1500 e i 2000 metri la diminuzione della temperatura fa condensare il vapore acqueo favorendo la formazione delle nubi.

Oltre questa quota la configurazione del terreno è tale che la temperatura dell'aria aumenta anziché diminuire, e questo impedisce alla poca umidità rimasta di condensarsi.Il risultato è un cielo limpidissimo.

Il Pico de Teide non è solo una montagna: è un vulcano quiescente – tra l'altro il monte più alto della Spagna con i suoi 3718 metri – a al tempo stesso un parco naturale tra i più particolari al mondo.

Salendo da Puerto de la Cruz, sulla costa meridionale dell’isola, per la via della Orotava, oppure avventurandosi da nord, a partire dalla città universitaria di La Laguna su, verso i primi pendii del monte, si passa da una vegetazione tropicale ricca di banani, palme ed ananas ad una flora mediterranea con alberi da frutta ed eucalipti, fino ad arrivare, a quote più elevate, ad un vero e proprio paesaggio alpino, dove abbondano abeti, larici ed altre conifere.

Per comprendere le varietà climatiche presenti in questa isola basta pensare che, in seguito alla scoperta delle Americhe da parte di Colombo, Tenerife e le Isole Canarie in generale furono adibite a “stazione di acclimatamento” per le numerose nuove specie di piante che, provenienti dal Nuovo Mondo, venivano importate in Europa.

Una volta superato lo spesso strato di nubi che avvolge i suoi pendii il paesaggio si fa impressionante: gli alberi e la vegetazione scompaiono, lasciando il posto a un deserto di sabbia rossa luminoso, aspro, assoluto.

La lava, pietrificata da millenni, sembra sgorgare viva dalle viscere della terra.

Proseguendo sulla via che interseca e attraversa il vulcano, si arriva al Parco vero e proprio: Las Canadas, che comprende le località di Guìa de Isora, Icod de los Vinos, la Orotava e Santiago del Teide. 130 chilometri quadrati che si estendono all'interno di un cratere antico a formare un'immensa caldera a più di 2100 metri di altitudine.

Esistono diverse teorie sulla formazione geologica di questa regione: una ipotizza un'immensa esplosione, un'altra pare abbia accertato che tutta la regione sia stata formata da una frana delle pareti del grande cratere e la terza, infine, vede nel lento lavoro dell'erosione il risultato di un paesaggio e di un'orografia così inconsueti e impressionanti.

E impressionante il paesaggio lo è davvero; dal mare di lava pietrificata emergono formazioni rocciose uniche: il Dito di Dio, una roccia erratica, quasi un canyon solitario che si erge al centro della caldera; la Zapata de la Reina, un'altra formazione geologica nella pianura di Ucanca, e poi, andando avanti verso un'area chiamata Los Azulejos, una vera e propria fantasmagoria di colori: rocce blu, verdi, rosse, gialle, nere, arrampicate sopra piccole caldere e bocche vulcaniche secondarie, così perfette e coniche da sembrare appoggiate lì dalla mano di un architetto distratto e un po’ folle.

Bandiera Spagna

Spagna

  • Superficie: 505.811
  • Capitale: Madrid
  • Lingua: Spagnolo
  • Ordinamento: Monarchia costituzionale
  • Prefisso telefonico: Spagna
  • Targa: E
  • Moneta: euro

mappa Spagna Mappa Spagna

Siti utili

PartyPoker